Privacy Officer FEED, 09.06.2017

Questa settimana segnaliamo due interessanti articoli:

Manca un anno al GDPR: nessuno spazio per rinvii o scappatoie (www.digital4trade.it)

Le imprese italiane sono pronte al GDPR, il nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati personali? A meno di un anno dalla piena applicabilità della normativa, la risposta dovrebbe essere positiva, considerato anche il grande clamore mediatico. Eppure, la situazione è tutt’altro che rosea, con molte imprese che al momento appaiono del tutto impreparate all’appuntamento con il 25 maggio del 2018. Ma cosa succederà esattamente in questa data?

Garante Privacy, gli aspetti salienti della Relazione annuale (www.federprivacy.it)

L’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, ha presentato la Relazione sull’attività svolta nel 2016 e sullo stato di attuazione della normativa sulla privacy. La Relazione, oltre a tracciare un bilancio, indica le prospettive di azione verso le quali l’Autorità intende muoversi, anche in vista dell’applicazione del nuovo Regolamento Ue a partire dal maggio 2018, con l’obiettivo di assicurare una sempre più efficace protezione dei dati personali, innanzitutto on line, e rispondere alle sfide poste dai nuovi modelli di crescita economica e alle esigenze di tutela sempre più avvertite  dalle persone.

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *