Fascicolo sanitario elettronico: disponibili le specifiche tecniche di interoperabilità

Il gruppo di lavoro coordinato dall’AgID ha rilasciato le Specifiche tecniche per l’interoperabilità tra i sistemi regionali del Fascicolo Sanitario Elettronico, comprendente il framework e dataset dei servizi base.

Il documento ha l’obiettivo di dettagliare e, laddove necessario, completare le specifiche tecniche di interoperabilità del Fascicolo Sanitario Elettronico nazionale realizzate nell’ambito del Tavolo Tecnico a cui partecipano AgID, Ministero della Salute, Ministero dell’Economia e delle Finanze, CNR, CISIS e Regioni di rappresentanza (Regione Veneto, Regione Emilia Romagna, Regione Lombardia, Regione Toscana, Regione Puglia). Al fine di analizzare la robustezza di tali specifiche, l’approccio adottato ha previsto l’implementazione di un prototipo dei servizi di interoperabilità individuati.

Su proposta AgID, le tre regioni che si sono offerte di realizzare e testare il prototipo dei servizi di interoperabilità nazionale del FSE sono state: Regione Veneto, Regione Emilia Romagna e Regione Lombardia. I messaggi di interoperabilità realizzati sono stati testati da un’opportuna piattaforma di test predisposta dal CNR.

Queste specifiche tecniche integrano i documenti già pubblicati: Processi di business sovraregionali relativi ai sistemi regionali di FSE e Specifiche tecniche per l’interoperabilità tra i sistemi regionali di FSE, andando a definire nel dettaglio la struttura del messaggio, del framework e dei dataset dei servizi base.

Luca Zenarolla

Avvocato, mi occupo sin dai tempi dell'Università di diritto delle nuove tecnologie. Sono il presidente del Centro Innovazione & Diritto.

Lascia un commento